video page

video art, video comunication

1-Immobile, il flusso solare brulica di piante notturne, l'acqua interna deposita nelle trecce dell'edera, animali inorganici scompongono la vita, l'amore fiorisce poco distante dal petto, apro un volto nello sguardo di neve, celia del vento solleva l'altipiano, la corrente parallela migra nelle guaine, rami, fiumi acquosi, vapori animati, concentrano, scendo nel letto di canali , mi avvolgono, assorbono, il giorno sorge nelle curve addominali, la linea dell'amore fresca, liberamene accoglie. Stringo la presenza, ne perdo la vita, assecondare le pressioni di petali appena immaginabili. Poi il sole scorre di nuovo, bacio dorato di labbra, saliva profumata, lontana. Contatto.. 2-Il vento sorregge . Il sudore modella la schiena nello slancio, calore terreno modifica la pressione, la brezza trema nell'urto, perde le sue trame. Leggerezza di un pomeriggio. Quando illumina, il volto perde le sue trame, le parole frusciano nel suono della brezza mattutina, la notte cessa nel bosco., luce lontana, alberi di luce . Il letto del fiume slanciato nel cuore, nei pressi del petto, una sorgente risuona, assorbe l'amore, fioritura. L'energia invoca il cielo, mani duttili risalgono la scogliera, il peso scivola fuori dal corpo, una forma emerge, permane nell'aria irreale, altrove la mia attenzione, nel parco di stelle, vento arricciato nel silenzio.. La vita sembra franare senza l peso, la luce abbaglia liberandosi dal suono.. Il bagliore abbandona il cervello. Trattengo delle parole amichevoli, il muro riecheggia il vento dell'energia impetuosa, il tuo amore scorre costante, tranquillo, indisturbato nella tempesta, la primavera nel silenzio dei canali, alghe rugginose distaccano lembi di costa, la pelle accoglie la presenza senza vita. Le membra abbandonano l'ombra, la luce, nella quiete vive di esplosioni, fluisce nel silenzio. Torrenti oceanici, torrenti di brezza, torrenti di vita. Fiorisce la presenza, per amore dell'amore. 3-La vicinanza della notte, la compagnia , affondare nel limo, smulinare delle fronde sino alle vette, l'inverno delle mani trasuda incerto, gli occhi perdono le membrane, il canale viene assorbito nel cuore, nello spazio assente, coltri di neve nello splendore interno, tra i muscoli raccolti, prima di baciare, abbracci scivolano nell'aria, tesi, raffiche di scirocco gonfiano l'erba del fiume, la carne appare nel pianeta animale, tutto il giorno abbracciato a te. Le braccia trasportano il mare oltre il cuore, nell'umido il mare sgretola ogni onda, melma accecante ricopre il sorriso, germina la tua mancanza, quasi rottura, il cuore espande il corpo, non il tuo, non il mio. L'attenzione piega il vento nei varchi, tocco e spingo nella frescura del bosco, le crepe delle membra sollevano, la terra traspare, magnetica, notturna, certo del tuo arrivo. L'energia brilla , inerte gelatina distesa nelle dune erratiche della pelle animale. Nessun fenicottero a custodire gli occhi penetranti, lo sguardo frammentato dell'infanzia ricopre la vecchia strada, giunge nella terra boschiva, traccia il contatto, abbandona l'energia, non era che coraggio. Il gesto deciso, lontano da ogni volontà, scaturito dallo sfibrarsi del cuore in ogni caverna elementare, attese spente dall'accoglienza, atti finali e poi alcun disturbo, semplice luce liquefare le fondamenta, riprende nel cuore il senso della tua emozione, i seni abbracciano i venti dischiusi dai cieli, oltre il tempo, oltre i segni della passione l'acqua raccoglie la propria inerzia, più tenace di ogni amore una gioia inattesa piove, sorprende la luce, lascia libero il grembo, in se stessa naviga, onde affondano nell'emozione dell'agire . L'acqua riassorbe la luce, schiaccia l'erba al suolo, le guaine avvolgono. La stretta della vegetazione dissoda la carne, ora sboccia, avvolge i campi, risuona delle grida abituali, i giochi nella spiaggia, mare contro le chiglie veloci, alghe avvolte ai polpacci, il vento alza la sabbia, la tempesta, la presenza del tuo giorno dilegua il mio villaggio. Il suono mi raccoglie qui, nelle valli un tempo tue, ora tremanti nei cristalli coagulati dal calore, sono il suono della mia presenza nella tua, le foglie recitano nomi inanimati. Figure animate tracciano perimetri di esistenze. Cuori, avvolti nelle pressioni di luci emergenti raccolgono le animazioni, toccano l'inesistente, vi nascondono l'amore, morbide presenze inattese svuotano le forme, il dialogo tremante delle tensioni culla organismi luminosi, il pianto flette nelle membra, il pianto inonda, nasce nel mio cuore, nasco, fremo nell'ansia della corsa, i vortici custodiscono il mio calore in radici esterne, alberi condensati fluttuano fra le carni, nel lago le mani ricoprono di baci i gesti amici, l'incontro sgretola l'apparizione. 4-Al contatto con l'erba la pelle si ricopre di squame, lo sguardo penetra in profondità, gli occhi diventano un udire luminoso, privo di contrasti, la pelle affonda nella carne generando un impalpabile trama vivente, quella corre nello scorrere dei venti fluviali, il profumo dell'acqua risale nel petto, lo solleva nel sole, lo conquista d'amore.

videos from august 2006 to october 2007 almost 200 videos
videos from october 2007; to september 2010 almost 300 videos
videos from october 2010; to october 2012 almost 300 videos

Title:"simpatia", video-comunication, 31 May 2013,duration:0:17:15,file wmv.size114 MB, streaming 1000k

simpatia,alternative video-comunication,,alternative video art

simpatia, direct linkwatch with Windows Media player plug-in, May 2013


NEW! TRY HTML5 with CHROME,OPERA,MOZILLA