video page

video art, video comunication

Esiste la realtà ordinaria, esiste quella invisibile. Quando la realtà invisibile viene percepita con estrema chiarezza gli spiriti e le energie che popolano l'invisibile cessano d'esistere, così pure cessano di esistere l'individualità e il corpo individuale. La realtà invisibile e quella visibile non sono diverse, ma la prima difficilmente può essere nominata dal linguaggio utilizzato nella realtà ordinaria. Non si deve tacere il fatto che partendo dalla realtà ordinaria bisogna passare attraverso la realtà invisibile per accedere all'emissione-riassorbimento. Non parlare dell'invisibile, non percepirlo, non saperlo riconoscere ,significa rimanere nell'ignoranza percettiva e nell'autosuggestione. Non esistono maestri che conducano nelle e attraverso le realtà invisibili. In esse ci si installa lentamente o velocemente, solo in noi stessi possiamo trovare il senso del dissolversi della percezione nelle energie e negli spiriti e il loro, e nostro, progressivo diventare silenziosi. Percepire l'Invisibile significa fluire da uno spirito a un altro, da un'energia a un'altra e il protagonista del senso di quel fluire è, di volta in volta, un qualche spirito, o energia. Ma spirito ed energia non sono che evocazioni il cui senso sta nell'invisibile. Nel mondo degli spiriti la luna può muggire, io posso essere cibo per il cielo, una quantità di complesse fisiologie si producono e riassorbono in continuazione, tirandomi per i piedi, emettendo messaggi viventi di una vita autonoma, il mio corpo, la mia mente si trasformano in una miriade di manifestazioni indipendenti dal mio volere. Il mio volere, infine, tace. Per ogni esistenza ordinaria l'invisibile diventa prima o poi un' inevitabile tappa, se la si evita, il riassorbimento , l'illuminazione, si limitano ad essere una raffinata forma di autoipnosi. L'invisibile conduce alla vera maturazione del proprio carattere, poiché la conoscenza dell'invisibile e le trasformazioni profonde del proprio ego che quella conoscenza comporta, per essere stabili e non illusorie, devono essere affrontate da soli, senza ricevere e chiedere aiuti. Le esistenze invisibili, sono assurde, illogiche, e, appunto, del tutto invisibili e non dimostrabili per la realtà ordinaria.

videos from august 2006 to october 2007 almost 200 videos
videos from october 2007; to september 2010 almost 300 video
videos from october 2010; to october 2012 almost 300 video

Title:"poets", video-comunication,free video art, 06 November 2012,duration:0:12:14,file wmv.size 22,9 MB, streaming 1000

poets,alternative video-comunication,,alternative video art

poets, direct linkwatch with Windows Media player plug-in, November 2012