Esiste un ambito non definibile in cui la relazione e la definizione della relazione sono unite e inseparabili.

Nell’ uso che, delle relazioni e delle definizioni, se ne fa nell’ ambito delle relazioni,risulta di fatto impossibile non valutare come qualcosa di separato la relazione dalla definizione della relazione stessa.

Ciò è molto importante da dire poiché la definizione della relazione non fornisce solamente altre relazioni ma altre entità dette termini.

Il termine è una relazione che crea un ambito di realtà non ulteriormente scomponibile in relazioni e la cui possibilità di essere messo in relazione con altri termini o relazioni sono definibili esattamente.

Il “termine” esiste se si ammette la possibilità che alcune relazioni possano chiudere il proprio agire in alcuni clusters funzionali non ulteriormente modificabili.

Se questa possibilità esiste allora le relazioni sono strutture chiuse che generano relazioni definibili in una dinamica composta da informazioni definite come relazioni e termini ( di relazioni).

Se non è possibile definire le relazioni allora siamo in un ambito di relazioni aperte, ma va         detto che le relazioni aperte non le ha ancora osservate nessuno, visto che le osservazioni correnti non possono fare a meno di utilizzare la dinamica delle informazione relazione-definizione per esistere.

Le relazioni non è detto che siano ancora relazioni se private di termini e definizioni.

Eppure il sistema relazione -definizione -termine, sembra eccessivamente lento e complicato e poco recettivo rispetto al percepibile per essere ciò che veramente tiene insieme l’esistenza umana.

Le relazioni aperte sono effettivamente indicibili

ma le relazioni dicibili sono troppo limitate per dar conto del percepibile.

Ne segue che la conoscenza che scaturisce dalle relazioni chiuse  è sicuramente un buon strumento per decidere di eventi contingenti, ma

per quanto riguarda dimensioni non contingenti,se esistono, quella conoscienza

risulta di dubbia utilità e il sapere che ne scaturisce è poco più che una opinione.

(Un termine indipendente  non esiste, esistono solamente termini in relazione a altri termini.

Relazioni fra termini definiscono altri termini in un incessante sviluppo a grafo.

Nel grafo delle relazioni e dei termini sono presenti moltissime regole che impediscono la libera connessione fra tutte le parti del grafo.

Il grafo è in realtà completamente interconnesso nel senso che si tratta di un unico grafo. Le sue parti sono connesse secondo molteplici metodologie di inclusione e connessione).