back to single images
back to scritti

Erba

L'aria brucia vicino al supermarket.

Appena fuori dalla doccia si guarda gli occhi
che brillano senza motivo.

La sera estiva rende i corpi naturalmente eccitati.
Nel silenzio gli alberi del parco vibrano
e trapassano con prontezza gli animali inquieti.

Non ti voglio ospitare,
era tardi,
la brezza intorpidisce.

Poi mi hai abbracciato, slanciato,
pagato,
e così resistere non è più necessario.
Ora non ho più porte da chiudere.

La luce si distacca con prepotenza dalle tue guance,
le graffia involontariamente,
mi lascia disorientato-

Florence