L'assenza di un dato, l'instabilitÓ di un dato - il dato diventa fisso solo in certi iper determinati casi- esprimono la misura della capacitÓ umana di elaborare un ordine, una struttura, in determinate circostanze.

L'origine di quelle circostanze Ŕ spesso ignorata e forse Ŕ effettivamente inconoscibile mentre sono note le circostanze che determinano la nascita di un dato.

L'origine delle circostanze da cui nascono le strutture di ordine Ŕ un fatto descrivibile ma non strutturabile a fini operativi ed automatici.

 

 

Una storia:

- alcune cose, o qualcosa, appaiono in tre luoghi diversi contemporaneamente.

Le cose che appaiono, per es. dati, sono diverse l'uno dall'altro, e i tempi in cui appaiono, sebbene contemporanei al fine di qualche operazione, sono ognuno diverso dall'altro.

A dire il vero non Ŕ proprio certo se il tempo abbia a che fare con il loro apparire.

Le circostanze che vorrei racchiudere in dati temporali non sono del tutto presenti.

Quel che decido come necessitÓ sono le seguenti condizioni: 

a-esistono tre elementi che dispongono di svariate caratteristiche reciprocamente estranee eccetto una.

b- esiste un tipo di elemento, non Ŕ certo che si tratti di un dato vero e proprio, che si articola in strutture che sono diverse fra di loro e che talvolta si intersecano.

Infine vale la pena segnalare l'esistenza della tensione strutturale " TS ".

TS rappresenta la misura della possibilitÓ di composizione di elementi con altri elementi e di un singolo elemento con forme diverse di se stesso.

Indietro